Vera Gheno – Il potere delle parole, spiegato bene.

Vera Gheno – Il potere delle parole, spiegato bene.

Schietta, divertente, diretta. Vera Gheno è così e forse c’era bisogno proprio di lei per dirlo in modo chiaro: le parole buone servono a tutti, non solo ai professionisti della comunicazione. Perché, costretti dalla rivoluzione digitale a fare indigestione di immagini e video, adesso c’è bisogno di tornare a riflettere sul linguaggio.

E così l’abbiamo chiamata a presentato il suo libro “Potere alle parole” per il terzo incontro di VISIBILIA, il format di incontri su invito durante i quali Pensiero visibile esplora il mondo della comunicazione assieme a chi ha saputo capovolgere il punto di vista. Sociolinguista, docente, autrice e traduttrice, specializzata nella comunicazione digitale, Vera ha gestito per più di dieci anni l’account Twitter dell’Accademia della Crusca e attualmente lo fa per Zanichelli.

Durante la serata in Pensiero visibile ha raccontato la sua storia d’amore con l’italiano, nata un po’ per l’influenza dei genitori – entrambi vicini al mondo della linguistica – e un po’ dallo studio e dall’esperienza personale. Conosce la lingua in molte della sua sfumature e con questa consapevolezza Vera ha raccontato al pubblico le potenzialità dimenticate dell’italiano, utilizzando metafore e esempi ironici, che restano impressi anche a chi non ha mai visto il linguaggio e le parole come oggetti di studio.

La lingua è qualcosa di vivo, in evoluzione costante, che si arricchisce ogni giorno. Dovremmo allenarci ad utilizzarla in tutto il suo meraviglioso spettro espressivo e di registri, uno dei messaggi principali che Vera trasmette dalle pagine del libro. Avere una buona padronanza della lingua non permette solo di comunicare meglio, ma anche di diventare parte attiva della società e di comprendere meglio quello che ci circonda.

L’uso deve essere adatto alla circostanza, al luogo in cui ci si trova e alle persone a cui si rivolge. E questo vale per la parola scritta sulla carta, detta a voce, ma anche twittata o postata su Facebook. I social hanno dato la possibilità a tutti di utilizzare la parola e ci hanno anche mostrato che spesso fatichiamo a stare in silenzio.

Per conoscere meglio il punto di vista di Vera Gheno le abbiamo fatto qualche domanda prima della serata, che ha visto un pubblico folto e molto partecipe. Ecco cosa ci ha detto (ne sentirete delle belle)!

di
Sara Leano
Content editor

Sono Sara e il mio tempo lo passo più che altro nel regno della fantasia. Amo la pizza, i musical e le parole. Ho una mensola di libri in equilibrio precario che aspettano di essere letti e una lista infinita di serie tv che aspettano di essere guardate. Quando devo tornare alla realtà il mio mondo lo indosso sulle t-shirt.